eBook Gratis distribuisce in rete gratis e legalmente le tue opere

eBookGratis.net intervista l'autore Glauco Silvestri

Abbiamo fatto due chiacchiere con Glauco Silvestri, autore di tre ebook ospitati sul nostro portale per la distribuzione nel web...



Abbiamo fatto due chiacchiere con Glauco Silvestri, autore di tre ebook ospitati sul nostro portale per la distribuzione nel web... Abbiamo intervistato Glauco Silvestri, autore degli ebook Il Clan delle Penne, la Genesi, Sanguinem e Il desiderio di mordere presenti sulle pagine del nostro sito per la distribuzione gratuita nel web.

[eBookGrats.net]: Presentati ai nostri lettori
[Glauco Silvestri]: Mi chiamo Glauco, classe 1972. Impiegato nel reparto R&D di una nota azienda italiana. Amo la lettura, il cinema, le montagne, la musica, e ovviamente la scrittura. Scrivo in modo continuativo dal lontano 1991. Ho cominciato con racconti brevi, proseguito con romanzi di fantascienza (di cui due pubblicati presso un piccolo editore), thriller, noir, horror... ho collaborato per brevi periodi con piccole case editrici. Vinto qualche concorso. Tutto qui. Diciamo che sono un uomo che ama scrivere perché gli piace leggere.

[EG]: Realizzare un ebook, perché?
[GS]: Realizzo ebook da epoche in cui, in Italia, non si sapeva neppure cosa fossero gli ebook. I primi che ho realizzato erano in formato .lit e li facevo circolare attraverso Newsgroup (roba antidiluviana della rete, ormai messa in ombra dai social network e dai Forum) di appassionati. Ho sempre amato le tecnologie, e ho sempre cercato di amalgamare tutte le mie passioni (scrittura e tecnologia in questo caso) in modo da ottenerne la massima soddisfazione.

[EG]: Hai prodotto il tuo ebook da solo o ti sei affidato a terzi? Sei soddisfatto del risultato?
[GS]: Da solo. Tutti gli ebook che rendo disponibili online sono opera mia. Sono abbastanza soddisfatto del risultato. Solo uno mi dà dei problemi... nel senso che ancora si mostra come vorrei... ma credo che nel 2013 avrò l'occasione di farlo esattamente come l'immagino. Per quanto riguarda le collaborazioni esterne, ogni tanto mi sono avvalso di un amico che si occupa di computer graphics per realizzare delle copertine. Bè, a essere onesti, a volte era lui a propormi spontaneamente dei disegni per degli ebook che avevo in preparazione. Se mi piacevano più di quelli che avevo personalmente messo in cantiere, li utilizzavo. Nel retro di copertina dei miei ebook è sempre citata la fonte di tutto ciò che non è farina del mio sacco.
Una piccola nota: il logo che caratterizza tutti i miei ebook è stata un'idea di questo mio amico.

[EG]: La copertina del tuo ebook è...
[GS]: Messaggera del contenuto. Ci lavoro sempre parecchio sopra. Non lascio nulla al caso. Dev'essere correlata alla storia, deve attirare l'attenzione, deve trasmettere un messaggio e non ingannare il lettore.

[EG]: Quali canali promozionali hai scelto per aiutare la diffusione del tuo ebook? Qual è quello che sembra funzionare meglio?
[GS]: All'inizio mi davo parecchio da fare in rete. Booktrailer, segnalazioni a blog e siti dedicati agli ebook, tam tam sui social network più importanti, post dedicati agli ebook in fase di lavorazione, e quelli già in distribuzione. Ora ho meno tempo a disposizione, per cui mi affido di più al passa-parola e alla visibilità dei miei blog, del mio sito. Rimane il tam tam sui social network, ed eventuali recensioni che mi capitano di tanto in tanto.

[EG]: Hai acquistato ebook recentemente? Quale formato e negozio online preferisci?
[GS]: Parecchi. Possiedo due Kindle, acquisto ebook su Amazon, ma non solo. Diciamo che guardo il prezzo. In Italia gli ebook sono pesantemente vessati da una politica editoriale reazionaria. A partire da una tassazione impropria (i libri tradizionali sono al 4%, gli ebook al 21%), passando per le folli idee di alcuni editori che fanno costare l'ebook più dell'edizione economica dello stesso titolo. Diciamo che se c'è un libro che mi interessa, vado in libreria, guardo quanto costa, poi mi collego a internet, valuto quanto costa online sia quello tradizionale, sia l'ebook, e poi decido cosa acquistare.

[EG]: Su quale device leggi gli ebook?
[GS]: Come ho scritto sopra, il Kindle. Motivo? Amazon è il secondo distributore online per quantità di titoli. Visto che leggo molto in inglese, mi è parsa una scelta obbligata. Per chi storce il naso sulla questione DRM... bè, anche gli ePub sono protetti da DRM, e quest'ultimi sono più "legnosi" da gestire rispetto a quelli di Amazon, che sono totalmente trasparenti. A me interessa leggere, non litigare col device che ho acquistato perché l'ebook è fatto così o cosà... L'ideale sarebbe uno standard comune in tutto il mondo, così com'era la carta stampata. Ma dubito che lo si otterrà facilmente.

[EG]: Un ebook (gratuito o meno) che consigli ai nostri lettori è...
[GS]: Mamma mia che domanda! Sono troppi. Leggo troppo. Se devo scegliere un titolo tra le diverse decine che ho letto quest'anno, non saprei che scegliere. Appare ovvio che non vi consiglio i miei... sarebbe maleducato! Ma una sbirciatina al mio sito non costa nulla!

[EG]: Hai altre realtà legate al mondo degli ebook da consigliarci di conoscere?
[GS]: Così su due piedi, no! Sono incuriosito dalle potenzialità che l'ebook possiede intrinsecamente ma sono davvero in pochi a usarle... per lo meno attualmente. Gli ebook di Apple, grazie al loro formato "ePub fuori standard" promettono meraviglie. Da quello che ho visto su catalogo, le migliori realizzazioni riguardano testi che vanno al di fuori della narrativa. Ci sono pubblicazioni completamente multimediali, libri di approfondimento culturale che contengono video, audio, link interattivi, e persino piccole app con cui è possibile esercitarsi su determinati argomenti che l'ebook affronta.
Ma è un mondo chiuso e funzionante su device che costano un occhio della testa. Lo so che molti di voi possiedono un iPad (per cui vi consiglio di andare a curiosare nel catalogo Apple), ma per me è ancora un lusso non giustificato.

[EG]: L'ebook in Italia è...
[GS]: Ancora da venire. Per ciò che ho scritto sopra (i prezzi e la politica degli editori). Per ciò che la politica fa in questo senso... visto il rinvio al 2014 (se non sbaglio) dell'entrata in uso di libri scolastici in formato elettronico. Siamo indietro. Gli editori non sono pronti, o sono spaventati, o ci vogliono lucrare sopra... non so quale sia il motivo, ma arrancano. Giusto Mondadori mi sembra sulla strada giusta. La sua politica di mettere online i suoi titoli (persino gli urania), non solo sul suo Kobo, ma anche negli store della concorrenza (vedi pure Amazon), è la strada giusta. Gli altri sembrano tutti... trattenuti.
Anche i lettori italiani paiono inchiodati al secolo scorso. Non mi tratterrò sul... profumo della carta. Riconosco che la fisicità del libro tradizionale trasmette emozioni tanto quanto ciò che si sta leggendo. Un libro "fisico" è anche memoria. Ho libri che solo sfiorandoli mi ricordano i momenti in cui li leggevo. La cura del Gorilla, gonfio di pioggia per un acquazzone che mi ha lavato da capo a piedi mentre attendevo di entrare al Museo D'Orsay è un esempio. Però il libro elettronico può regalare emozioni nonostante la sua diversità.
Bisogna liberarsi da certi freni mentali. Se così fosse stato per la musica, oggi non esisterebbero i lettori mp3... e ancora avremmo il Geloso a tracolla con una borsa piena di 45 giri al seguito.
E poi bisogna assolutamente smettere di considerare il PDF come un formato di ebook. Non lo è e non lo sarà mai. Il PDF è un formato statico, pensato per rendere portatili dei documenti... ma è statico, e per questo non può essere un ebook. Il formato ePub, l'AZW, il Mobi... sono formati che si adattano al tipo di lettore su cui vengono caricati. I font sono scalabili. Le immagini si ridimensionano in base alle dimensioni dello schermo. Prendete un PDF realizzato in A4 e caricatelo su un Kobo con schermo da 5"... provate a leggerlo se ci riuscite. Insomma... siamo indietro, molto indietro, anche se il mercato scalpita. C'è speranza, ma bisogna darsi una svegliata!




eBookGratis.net intervista l'autore Glauco Silvestri
Notizia pubblicata il 28/07/2013
Da: Alessio Valsecchi
Fonte: eBookGratis.net

eBookGratis.net
Questo sito fa uso di cookie: leggi le nostre privacy policy e cookie policy | P.I. 03460680139